Indietro

Museo del confetto

12 Via Museo del Confetto Andria


 

Una tradizione lunga oltre un secolo

L’origine dei confetti ad Andria comincia nel 1894 quando  Nicola Mucci legato fortemente alle tradizioni aprì un laboratorio per la produzione di cioccolate, caramelle e confetti realizzati con le buonissime mandorle di Avola.
Nel corso degli anni vengono create svariate tipologie di confetti come i “Mandorla Imperial” e i “Tenerelli” la cui ricetta viene ancora gelosamente custodita dalla famiglia Mucci.
 

Nel corso degli anni l’azienda ottiene svariati riconoscimenti e i suoi prodotti vengono utilizzati in alcuni importanti eventi storici come le nozze del Principe Umberto di Savoia con la Principessa Maria Josè nel 1930.

Nel 2005 per volere degli attuali eredi è stato fondato dove sorgeva il primo laboratorio dolciario il “Museo del Confetto” con il quale si vuole omaggiare un patrimonio di interesse culturale di particolare importanza.

Il Museo contiene tutto il sentimento, l’impegno e l’esperienza che la famiglia Mucci ha per questo lavoro e che vuole trasmettere a tutti. Qui infatti si vuole raccontare la cultura del confetto, il suo significato e le curiosità che sono dietro a questo fantastico dolce e alla sua realizzazione.

Il Museo collabora attivamente con le istituzioni italiane ed estere per promuovere un prodotto unico grazie anche alle visite guidate per scolaresche e turisti con degustazione delle più famose specialità come i celebri “Tenerelli”.

Il Museo del Confetto ad Andria è l’unico del suo genere nell’Italia meridionale e nelle sue sale vengono esposte le tecniche di produzione dei confetti, del cioccolato e delle caramelle, gli utensili e gli stampi utilizzati per la realizzazione, documenti e antichi macchinari.