Indietro

Cripta di San Sebastiano

73 Via Neviera Sternatia


La Cripta di San Sebastiano, ha origine da un insediamento Basiliano del XI secolo D.C., interamente ricavata da uno scavo nella roccia.

La struttura della Cripta di San Sebastiano    

La Cripta di San Sebastiano si sviluppa su base quadrata e un voluminoso pilastro  posto al centro la divide in due piccole navate.

 

L’interno della cripta a Sternatia

L’interno della Cripta di San Sebastiano, un tempo totalmente affrescata, oggi versa in un pessimo stato di conservazione, tanto che molti affreschi sono quasi illeggibili.

 

Dopo aver oltrepassato i tre gradini che introducono alla cripta troviamo un affresco dove si intravede una figura con paramenti sacri, subito dopo un altro affresco poco leggibile che rappresenta la Madonna col Bambino, poi gli affreschi di San Francesco, di cui è visibile solo il volto, un santo non identificato, una rappresentazione dell'Annunciazione, un affresco della Trinità,  altri affreschi di San Sebastiano, ed in ultimo, sul pilastro centrale, sempre il santo a cui e titolata la cripta, raffigurato martire con i polsi legati trafitto dalle frecce.
Vi è anche una sorta di bozzetto di un affresco mai realizzato.