Indietro

Museo della Città e del Territorio

10 Via Trilussa Corato


Il Museo della Città e del Territorio di Corato è allestito presso l’ex carcere della città risalente agli inizi del Novecento. Il percorso parte dai più antichi ritrovamenti archeologici di 8000 anni fa documentati dall’insediamento neolitico di Torrepaone, di cui restano le più antiche ceramiche impresse e numerosi strumenti in selce.

Sono esposte testimonianze preromane provenienti dalle tombe a tumulo di San Magno e romane come le pietre miliari della Via Traiana. Di notevole interesse l’affresco della Pietà, della prima metà del 1500, e il rilievo della Madonna del Latte, datato 1540, attribuito a Paolo Catalano da Cassano, raffinato artista dalmata attestato in Puglia nel ‘400. Nel Museo è inoltre esposto il materiale lapideoproveniente dagli edifici crollati a seguito del disastro idrogeologico del 1922.

A completamento del percorso storico, nella sala “Cartografia storica”, sono esposte le riproduzioni fotografiche dei più significativi documenti del 1700 e del 1800. La sezione storica si integra con la sezione demoetnoantropologica che raccoglie oggetti tradizionali e vari attrezzi da lavoro, un tempo utilizzati nelle attività agricolo - pastorali.

Il Museo, strettamente legato al variegato territorio pugliese caratterizzato da ulivi secolari, da tipiche costruzioni in pietra (trulli e masserie) e dalla brulla natura della Murgia, rinvia ad esso continuamente suggerendo visite all’area archeologica di San Magno e al dolmen “Chianca dei Paladini”.