Parco delle Pozzelle

Via Calimera Martignano LE


Le Pozzelle sono dei serbatoi ipogei, ottenuti scavando nella roccia di origine carsica. Servivano come riserva di acqua durante i periodi di siccità.

 

Struttura e storia del Parco

Il parco delle Pozzelle di Castrignano dei Greci, è uno dei più grandi parchi di questo tipo, si sviluppa su un’area di circa 8000 metri quadrati.

 

Al suo interno si possono contare circa 100 Pozzelle. Queste come già detto, sono dei serbatoi ipogei, genericamente profonde tra i 3 e i 6 mt. Ed hanno una forma a campana.

Le pareti erano rivestite con pietre, ultimamente con tufi e nelle epoche più antiche con pietre informi disposte a secco. L'imboccatura delle Pozzelle era protetta da un blocco calcareo, con un foro al centro che serviva per far passare i secchi per l'approvvigionamento dell'acqua. Molto spesso sulle imboccature venivano incise delle croci a segno della religiosità intrinseca nella vita quotidiana dell’epoca.

 

Le Pozzelle, si trovavano spesso nei pressi di via di comunicazione e potevano essere private o di proprietà demaniale, queste ultime, garantivano l'acqua anche ai più poveri e rappresentavano spesso un luogo di incontro.

 

Il parco delle Pozzelle oggi

Oggi il parco delle Pozzelle di Castrignano dei Greci viene utilizzato come spazio ricreativo e per manifestazioni, qui si svolge una delle tappe della notte della Taranta, la festa della pizza rustica e la festa patronale di Sant'Antonio.