Indietro

Chiesa Madre del Santissimo Salvatore

Corso Vittorio Emanuele, Margherita di Savoia Margherita di Savoia


La Chiesa Madre del Santissimo Salvatore, situata sul centrale corso Vittorio Emanuele, è il principale luogo di culto di Margherita di Savoia a poca distanza dal Torrione e dal Museo delle Saline.

Le origini della Chiesa Madre

Sul finire del XIX secolo, visto l’avanzato stato di decadimento che ne impediva la ristrutturazione e l’ampliamento, la vecchia cappella voluta alla fine del ‘700 da Re Ferdinando I di Borbone venne abbattuta permettendo così la costruzione della nuova chiesa.

La tela del SS. Salvatore e l’antica campana maggiore

La chiesa fu intitolata al patrono di Margherita di Savoia, il Santissimo Salvatore alla colonna di cui all’interno è presente un magnifico quadro che lo raffigura risalente alla fine del cinquecento. Merita menzione anche la preziosa campana maggiore risalente al 1595, utilizzata dalla prima chiesa del paese e creata dalla Pontificia fonderia di campane Marinelli di Agnone.

Le importanti opere d’arte della chiesa

Nella Chiesa Madre del Santissimo Salvatore sono presenti statue e tele realizzate tra la fine dell’800 e la prima metà del ‘900, molteplici dipinti di scuola napoletana e opere risalenti al 1930 del noto pittore salinaro Raffaele Buccini, gli affreschi “Trionfo di Cristo Re” situato nel catino absidale, “Pietro incontra Gesu' sulla via Appia” e “Paolo atterrato dal Signore sulla via di Damasco” sugli absidi laterali.

La storia tramandata da antichi testi

All’interno della chiesa, sono conservati negli archivi registri dallo smisurato valore storico riguardanti le nascite, i matrimoni e i morti dell’antica Margherita di Savoia, come il "Liber I Renatorum" in cui sono trascritti tutti i nascituri dal 1756 al 1774, il "Liber V Matrimoniorum” e il "Liber XI Baptizatorum” con i battezzati dei primi anni del ‘900 oltre a numerosi libri in cui è possibile scorgere i francobolli risalenti all’epoca dei Savoia o i timbri di quando il paese si chiamava ancora Saline di Barletta.

 

Nella Chiesa Madre del Santissimo Salvatore sono custoditi oltre tre secoli di storia che vanno dall’età napoleonica al secondo dopo guerra in cui è possibile riscoprire i dettagli della vita dell’epoca come gli aiuti del piano Marshall, una vera e propria enciclopedia storica tutta da scoprire per conoscere Margherita di Savoia e la sua storia.