Indietro

La 'Nzegna

Carovigno Carovigno BR


Fra i tanti festeggiamenti che vedono protagonista la Madonna SS.  Del Belvedere, vi è anche la ‘Nzegna. I Festeggiamenti sono legati ad un’antica leggenda.

La leggenda

La leggenda racconta di un uomo gravemente malato, a cui un giorno apparì in sogno la Madonna che gli disse di cercare una sua immagine in contrada Belvedere. L’uomo che non poteva muoversi a causa della malattia, mandò alla ricerca dell’immagine un suo pastore. Dopo una giornata di infruttuosa ricerca e mentre ormai rassegnato tornava a casa, il pastore si rese conto di aver perso un agnello, tornò sui suoi passi e scorse una grotta nella quale trovò l’agnello vicino un’immagine della Madonna, preso dall’entusiasmo del momento iniziò a lanciare in aria il suo bastone a cui era legato un fazzoletto di vari colori.
 

I Festeggiamenti oggi
 

I Festeggiamenti della battitura della ‘Nzegna, prevedono che i componenti della famiglia Carlucci duellino in piazza a mezzogiorno. Il tutto si svolge dopo la Pasqua, con di sottofondo la musica di un piffero, un tamburello e tamburo rullante.

D’innanzi il Santuario della Madonna del Belvedere viene lanciato il vessillo Mariano da sbandieratori al ritmo della musica e la tradizione vuole che se il vessillo dovesse cadere per terra, sia simbolo di sventura.

Gli sbandieratori del luogo partecipano a gare nazionali ed internazionali, riscuotendo notevoli successi.