Cerca
Aggiungi la tua azienda
Accedi
Per una migliore esperienza su Italyra consenti l'accesso alla posizione cliccando qui. I risultati di ricerca verranno profilati in base a dove sei!

Basilica di San Pietro Verificato

11

La Basilica di San Pietro è la più grande delle quattro basiliche papali di Roma, simbolo della Città del Vaticano ed emblema della religione cattolica nel mondo. 

 

Storia e origini

 

Adiacente al Palazzo Apostolico, in quanto cappella pontificia ospita tutte le più importanti manifestazioni cattoliche e celebrazioni papali come il Natale, la Pasqua, le esequie dei defunti papi e la successiva proclamazione dei nuovi, l’apertura e la chiusura dei giubilei e la canonizzazione dei nuovi Santi. Il coronamento della basilica è rappresentato dalla monumentale Piazza San Pietro. La costruzione dell’attuale basilica, che sorge su una struttura preesistente del IV secolo, ebbe inizio nel 1506 sotto il pontificato di papa Giulio II e i lavori si conclusero nel 1626. Il progetto fu inizialmente affidato a Donato Bramante e dal 1514 a Raffaello Sanzio, Giuliano da Sangallo e Fra Giocondo. Dopo la morte di Raffaello subentrarono gli architetti Antonio da Sangallo e Baldassarre Peruzzi e nel 1546 venne designato alla direzione dei lavori Michelangelo per giungere infine al 1606 quando papa Clemente VIII affidò l’incarico a Carlo Maderno con cui collaborò Gian Lorenzo Bernini che mise mano al progetto dei campanili, della piazza antistante e dell’intero partito decorativo della basilica. Fu consacrata da papa Urbano VIII il 18 novembre 1626.

 

L’architettura e il partito decorativo

 

Dall’esterno emerge una costruzione realizzata in travertino e caratterizzata dall’utilizzo dell’ordine gigante, come da configurazione voluta da Michelangelo e mantenuta da Carlo Maderno. In facciata le maestose colonne inquadrano gli ingressi e la Loggia delle Benedizioni, il luogo in cui avviene l’annunciazione ai fedeli del nuovo papa. Lo spazio interno è articolato in tre navate scandite da pilastri su cui si impostano grandi archi a tutto sesto. La navata centrale è lunga 90 metri coperta da volta a botte e presenta un pavimento marmoreo realizzato dal Bernini. Le superfici interne sono interamente ricoperte da mosaici realizzati da numerosi artisti soprattutto tra il ‘600 e il ‘700 tra i quali anche Pietro da Cortona. La navata destra ospita la Pietà di Michelangelo, opera giovanile dell’artista del 1499. La grande cupola fu realizzata in due anni da Giacomo della Porta seguendo i disegni di Michelangelo, il quale, però, aveva forse previsto una struttura completamente sferica. L’assetto invece a sesto rialzato che gli conferì Della Porta si spiega alla luce della volontà dell’architetto di prevenire dissesti strutturali.

 

Il monumentale Baldacchino che ospita l’Altare papale

 

Al di sotto della cupola si trova il famoso Baldacchino di San Pietro opera di Gian Lorenzo Bernini, costruito tra il 1624 e il 1633. È alto quasi 30 metri ed è sorretto da quattro colonne tortili che imitano quelle del Tempio di Salomone e sono realizzate con il bronzo proveniente dal Pantheon. Al centro del baldacchino sorge poi l’altare papale, o altare di Clemente VIII che lo consacrò nel 1594 ed è situato esattamente in corrispondenza verticale del sepolcro di San Pietro.

Rispondi aMessaggio

Accedi a ItalyRa

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo.

Dettagli dell' account saranno confermati via email.

Resetta la password