Cerca
Aggiungi la tua azienda
Accedi
Per una migliore esperienza su Italyra consenti l'accesso alla posizione cliccando qui. I risultati di ricerca verranno profilati in base a dove sei!

Benvenuto a Padova

0
Ottieni Indicazioni Visualizzato - 417

Padova è una splendida città con una tradizione storico-culturale di enorme prestigio già dal Trecento, epoca in cui emergeva come centro culturale cittadino.

 

Storia e origine della città

 

L’antica leggenda vede Antenore come padre fondatore della città di Padova, figura a cui è dedicata la piazza principale. Nel III secolo era un centro di enorme importanza commerciale, grazie alla posizione strategica sul Naviglio.

Acquisito il titolo di municipium, sotto la giurisdizione romana di Giulio Cesare, Padova assunse la propria autonomia ed un assetto urbanistico di notevole importanza, dovuto alla costruzione dei ponti romani, i quali potenziarono il passaggio sul fiume.

Il disastro naturale del 589, dovuto all’innalzamento delle acque, provocò ingenti danni alla città ed alla popolazione, ed appena un secolo dopo, fu rasa al suolo dai longobardi. La ripresa, lenta e faticosa, avvenne solo nel XII secolo, quando la città acquisì nuovamente la propria autonomia amministrativa.

Nel 1200 conobbe un periodo florido e di grande ricchezza culturale, anni in cui furono edificate fabbriche e costruita l’università, una delle più antiche di Italia. Presero parte alla ricchezza di opere d’arte personaggi come Giotto, il pittore fiorentino che dominò il panorama artistico della città, a cui furono affidati gli affreschi della Cappella degli Scrovegni. Due secoli più tardi, nonostante la pressione della Repubblica di Venezia, Padova riuscì a mantenere il proprio pregio artistico commissionando a due importanti artisti dell’epoca, Mantegna e Donatello, la realizzazione della Cappella Ovetari e del monumento equestre.

Il XVI e XVII secolo furono le due epoche che diedero alla città l’assetto urbanistico definitivo e la bonifica di aree paludose, come Prato della Valle. Dopo le due Guerre Mondiali, molta dell’architettura storica della città fu distrutta e sorsero i grattacieli.

 

Cosa vedere a Padova: edifici storici e musei

 

Una delle più importanti città d’Italia e, sicuramente dell’area settentrionale, Padova vanta una ricchezza di architettura ed opere di enorme prestigio. Grandi nomi della storia dell’arte hanno preso parte alla realizzazione di una città unica sotto ogni punto di vista. Tra le opere di enorme pregio artistico, si possono ammirare due degli edifici più importanti e caratteristici della città, la basilica di Sant’Antonio da Padova e la Torre dell’Orologio, una costruzione imponente con un orologio astronomico posizionato al centro.

 

Cosa fare a Padova: eventi e gastronomia

 

Grande centro culturale e polo universitario, Padova è un contenitore di eventi innovativi, ma che conserva sempre i propri valori tradizionali. Una testimonianza è rappresentata dalla Rievocazione del Transito di Sant’Antonio, il 12 Giugno, che precede l’omonima festa patronale.

Tra i piatti tipici della cucina veneta senza dubbio uno dei più gustosi e nativi della città sono i bigoli, una pasta fresca simile agli spaghetti, più spessa e gustosa, che si presta a ricette a base di cacciagione come ad esempio i bigoli con il ragù di anatra.

Meteo in Città :

Rispondi aMessaggio

Accedi a ItalyRa

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo.

Dettagli dell' account saranno confermati via email.

Resetta la password