Cerca
Aggiungi la tua azienda
Accedi
Per una migliore esperienza su Italyra consenti l'accesso alla posizione cliccando qui. I risultati di ricerca verranno profilati in base a dove sei!

Cattedrale Sant’Eustachio Verificato

15

La Cattedrale di Sant’Eustachio è un edificio storico che risale al XII secolo. Precisamente, fu edificato nel 1158 nell’allora feudo di Acquaviva delle Fonti e ristrutturato completamente rivoluzionando il prospetto esterno e la struttura interna nel 1529. Oggi funge come parrocchia per le funzioni religiose ed è la più importante della città.

 

La storia e la nomina a chiesa palatina

 

Il forte aumento della popolazione di Acquaviva ha reso necessario disegnare un progetto di ampliamento della struttura in modo da disporre degli spazi necessari ad ospitare i fedeli. Aperta al culto a partire dal 1594 sotto la politica di Alberto Acquaviva, fu consacrata in onore di Sant’Eustachio solo nel 1623 dall’Arcivescovo di Bari e Canosa e dichiarata chiesa palatina per impedire che il potere decisionale riguardante l’amministrazione e le funzioni religiose finisse nelle mani della giurisdizione ecclesiastica dell’epoca.

 

Dal romanico al rinascimento: interni ed esterni

 

Perlopiù un edificio storico in stile rinascimentale, la cattedrale conserva ancora oggi gli elementi appartenenti all’architettura romanico pugliese, quali:

  • il grande rosone nella parte superiore della facciata;
  • i capitelli sulla pavimentazione del sagrato che sostengono le basi su cui poggiano i leoni.

Elementi di ordine dorico e corinzio dividono la facciata principale a cuspide e tripartita da lesene che termina con un’ampia quinta triangolare e, posta al centro, emerge la lapide in onore del feudatario Alberto Acquaviva. L’archivolto sul portale principale ritrae la conversione di Sant’Eustachio, mentre sui tre vertici spiccano le rilevanti figure di San Pietro, San Paolo e della Vergine con il Bambino.

La parte dell’abside, non visibile dall’esterno, contiene elementi architettonici e decorativi appartenenti alle due epoche, così come gli interni spaziosi sormontati da archi, volte a vela e lunette rampanti. La parte sottostante l’area absidale ospita la cripta che risulta impreziosita da affreschi e stucchi colorati e dalle sue 24 volte sorrette da colonne marmoree.

Meteo in Città :

Monumenti

Vedi tutte

Rispondi aMessaggio

Accedi a ItalyRa

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo.

Dettagli dell' account saranno confermati via email.

Resetta la password