Cerca
Aggiungi la tua azienda
Accedi
Per una migliore esperienza su Italyra consenti l'accesso alla posizione cliccando qui. I risultati di ricerca verranno profilati in base a dove sei!

Popizze Baresi Verificato

19
Ottieni Indicazioni Visualizzato - 3565

Le popizze, dette anche pettole baresi, sono un piatto tipico della gastronomia barese e regionale, ottime sia come antipasto che come dessert.

Tra le tante varianti regionali, quella salata è farcita con pomodori semisecchi o alici, mentre quella dolce non necessita di condimenti.

Vediamo come procedere passo dopo passo alla preparazione di questi gustose frittelle rotonde.

 

Ingredienti per 4 persone:

 

  • 500 gr di farina 00
  • Mezzo cubetto di lievito di birra
  • Acqua q.b
  • Sale q.b
  • Zucchero q.b
  • Olio per friggere q.b. (preferibilmente di semi di girasole)

 

Ingredienti per la farcitura

 

Potete utilizzare le farciture che più desiderate, secondo i vostri gusti. Quelle tipiche baresi sono condite con ingredienti singoli o combinati insieme. Come prima volta, il consiglio è quello di dedicarsi ad una sola delle farciture tra:

  • Pomodori semi secchi tagliati a pezzetti
  • capperi
  • olive denocciolate tagliate a rondelle
  • alici marinate spezzettate
  • Bianche (ottime anche senza alcun condimento)

 

Popizze: la versione da antipasto

 

Per iniziare, prendete il lievito di birra e fatelo sciogliere in una tazzina con acqua tiepida. In una ciotola a parte unire la farina con acqua a temperatura ambiente (se molto fredda, fatela scaldare in un pentolino in modo da renderla appena tiepida), sale q.b. e un accenno di zucchero. Aggiungete il lievito diluito precedentemente ed impastate. Continuate ad aggiungere l’acqua poco alla volta fino ad ottenere un impasto morbido. Tenete sempre in considerazione la farcitura che utilizzerete. Se risulta molto oleosa, eliminate l’olio in eccesso e riducete la quantità di acqua.

Aggiungete all’impasto il condimento sgocciolato dall’olio e continuate ad amalgamare per omogeneizzare il tutto, coprite e fate riposare al caldo per due o tre ore (se preferite velocizzare i tempi, usate una bustina di lievito istantaneo che non ha bisogno di riposo). Quando l’impasto ha preso volume procedete con la frittura.

 

I tempi di frittura, validi per entrambe le versioni

 

Con un cucchiaio, prendere una porzione alla volta e lasciatela scivolare in abbondante olio bollente aiutandovi con il dito o con un cucchiaino. Vedrete che l’impasto salirà velocemente in superficie e prenderà il colore dorato. A quel punto, aiutandovi con una schiumarola, prendete le popizze e mettete da parte in una coppa. Ripetete l’operazione fino a consumare tutto l’impasto.

Il consiglio è quello di aggiungere 4 o 5 porzioni alla volta e adagiare in olio mantenendo una certa distanza le une dalle altre. Per renderle più leggere tamponate l’olio in eccesso con della carta assorbente e servite calde.

 

Popizze: variante da dessert

 

La versione da dessert è pressoché identica. È sufficiente aumentare di poco il dosaggio dello zucchero ed eliminare il sale, senza aggiungere alcuna farcitura. Una volta fritte, fate intiepidire e spolverate con lo zucchero a velo o miele. Servite subito.

Rispondi aMessaggio

Accedi a ItalyRa

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo.

Dettagli dell' account saranno confermati via email.

Resetta la password