Cerca
Aggiungi la tua azienda
Accedi
Per una migliore esperienza su Italyra consenti l'accesso alla posizione cliccando qui. I risultati di ricerca verranno profilati in base a dove sei!

Turismo in Italia: la gastronomia al primo posto, seguita dai servizi

Turismo in Italia: la gastronomia al primo posto, seguita dai servizi

 

Le previsioni relative al turismo in Italia nel 2019 hanno rivelato un importante dato: un calo generale delle presenze italiane e straniere ma un incremento fatturato dell’indotto turistico, di cui un quarto del totale destinato al settore gastronomico.

 

Le città d’arte e cultura sono le mete privilegiate

 

Castello Sforzesco a Milano

 

Secondo i dati di Assoturismo Confesercenti, in linea generale il calo è avvertito principalmente nelle marine, in particolare nel Mezzogiorno, fattore probabilmente dovuto al clima incerto e ad un’estate partita in ritardo. D’altronde, sembra profilarsi uno scenario positivo per il futuro: enti e pubbliche amministrazioni puntano maggiormente ad incrementare le campagne Google Adwords Multilingua, in particolare al Sud, dove si riscontra un aumento del 70%.

Privilegiate nel 2019, secondo le fonti ufficiali rivelate da Assoturismo Confesercenti e confermate da SEMrush e Marketing01 sono le città d’arte e cultura come Napoli, Bologna, Milano, Firenze e Roma che risultano le mete più ricercate sul web, dati rilevati dall’analisi delle parole chiave.

 

Le principali keywords: cosa cercano i turisti in Italia?

 

Secondo i dati registrati da SEMrush e Marketing01 aumentano le ricerche in rete già a partire dalla fase organizzativa del viaggio, analisi effettuata sulle principali parole chiave esaminate che rispondono alle domande “cosa vedere” o “cosa fare”. Inoltre, sempre secondo le statistiche che si occupano anche del search intent, le principali attrattive per il turista non riguardano tanto la city reputation, quanto le aspettative generali, tradotte in termini di servizi, che differiscono di città in città.

 

Turismo gastronomico in pole-position

 

Tagliere con salame e prosciutto, pane in fette e bicchiere di vino rosso

 

La gastronomia resta l’attività preferita dai turisti stranieri russi, statunitensi ed emirati arabi, eppure sono proprio gli europei provenienti dalla Francia, Germania, Regno Unito che, insieme con i turisti americani, spendono di più nel settore. Secondo la Banca d’Italia la spesa è incrementata del 6% rispetto al 2018, per un totale di 42 miliardi di euro, di cui 9 miliardi sono stati destinati a ristoranti e souvenir gastronomici. Ancora una volta vince il buon cibo italiano, risorsa fondamentale e prima attrattiva per il turismo straniero in Italia.

Tags

Accedi a ItalyRa

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo.

Dettagli dell' account saranno confermati via email.

Resetta la password