Indietro

Parco dei Fossili

Cutrofiano Cutrofiano LE


Il Parco dei Fossili di Cutrofiano è sito in contrada Lustrelle ed è un vero e proprio parco turistico/scientifico a cielo aperto.

 

Storia del Parco dei Fossili


 

Il Parco dei Fossili di Cutrofiano è nato da un ex cava d'argilla, si estende per circa 12 ettari e contiene reperti di origine marina, appartenenti alla prima glaciazione. Il Parco dei Fossili è molto famoso nel mondo per la conservazione dei reperti al suo interno.

Nel corso degli anni ‘80 la cava ormai dismessa da tempo, venne trasformata in una discarica. Acquisita in seguito dalla ditta: Colacem di Gubbio, negli anni 90 venne bonificata e sul suo perimetro furono piantati 8000 alberi.

Nel Parco dei Fossili di Cutrofiano il professor Botrugno Giuseppe, lasciò esposti gli strati geologici e creò dei percorsi per i visitatori.

 

La trasformazione della ex cava e della casa contadina del seicento (adiacente la cava) inizio nel ’99 è finì un anno dopo dando vita al Parco dei Fossili di Cutrofiano ed al museo Malacologico delle Argille.

L'organizzazione del Parco dei Fossili e a cura del dottor Giuseppe Piccioli e la logistica del dottor Giuseppe Botrugno.

 

L’interno della Chiesa Matrice Santa Maria della Neve

Negli strati geologici presenti nel Parco dei Fossili, si trovano numerosissimi resti di animali, come: molluschi, artropodi, vertebrati, celenterati, etc. e vegetali come: alghe calcaree.

Nel 2008, grazie alla scoperta del professor Giuseppe Piccioli Resta, di una nuova specie, il mollusco Polyplacofoora Leptochiton Serenae, il Parco dei Fossili di Cutrofiano ha acquistato una nuova valenza archeologica.