Cerca
Aggiungi la tua azienda
Accedi
Per una migliore esperienza su Italyra consenti l'accesso alla posizione cliccando qui. I risultati di ricerca verranno profilati in base a dove sei!

Parco Archeologico di Cassino

0
Ottieni Indicazioni Visualizzato - 387

Il Parco Archeologico è situato lungo la strada che collega la città di Cassino alla bellissima abbazia di Montecassino e racchiude i resti dell’antico centro romano di Casinum.

Le origini di Casinum risalgono all’epoca preistorica, successivamente venne popolata dai volsci, dai sanniti e poi dai romani che la valorizzarono con numerose costruzioni. Nel percorso all’interno del parco sono presenti ancora i resti delle mura megalitiche, l’anfiteatro, il mausoleo di Ummidia Quadratilla, il teatro, il ninfeo Ponari, la porta campana e tratti di strada basolata.

 

L’anfiteatro romano nel Parco Archeologico di Cassino

 

L’anfiteatro è probabilmente la costruzione più importante di tutto il complesso. Venne realizzato nel I secolo d.C. dalla matrona Ummidia Quadratilla subito fuori dal centro abitato di Casinum, ciò è confermato da una lapide ritrovata nel 1757.
Dalla classica forma ellittica, l’anfiteatro è lungo 85 metri e largo 69 e poteva ospitare circa 4000-4500 spettatori suddivisi su 12 gradinate. Lungo il perimetro della struttura oltre ai tradizionali fornici erano situate anche delle feritoie che accoglievano i pali di sostegno del velarium. Come tutte le strutture di questo genere anche l’anfiteatro di Casinum veniva utilizzato per i combattimenti dei gladiatori e vista la presenza di numerose sorgenti probabilmente anche per spettacolari battaglie navali.

 

Le mura megalitiche

 

Casinum era circondata da un’ampia cinta muraria lunga ben 4,5 km composta da tre diverse cinte, due di epoca preromana costruite tra il V e il IV secolo a.C. e la terza costruita successivamente.

 

Il mausoleo di Ummidia Quadratilla

 

Il mausoleo fu realizzato alla metà del I secolo d.C. sulle pendici di Montecassino e faceva parte integrante delle antiche mura cittadine. Verso la fine dell’XI secolo l’edificio venne trasformato in chiesa che venne poi abbandonata sino alla fine del XVII secolo quando venne nuovamente ristrutturata e consacrata al Crocefisso. Dopo i danni subiti durante la seconda guerra mondiale oggi è possibile ammirare solamente il mausoleo originario.

 

Il teatro nel Parco Archeologico di Cassino

 

Il teatro romano risale all’età augustea è ha una struttura tipica dello stile greco-romano con una forma semicircolare dove viene sfruttata la pendenza della vicina montagna per la gradinata. Questa è formata da due settori distinti a cui si arrivava tramite gallerie coperte, quello superiore di sette gradini nella summa cavea e quello inferiore di tredici gradini nella ima cavea. Il teatro venne riportato alla luce solamente nel 1935 ma subì seri danneggiamenti durante il bombardamento di Cassino. Nel 1956 vennero effettuate le prime opere di restauro, ripetutesi poi nel 2001, attualmente il teatro conta una capienza di circa 3000 posti e viene utilizzato durante la bella stagione per eventi e spettacoli.

 

Il Ninfeo Ponari

 

Il Ninfeo Ponari occupa la parte nord dell’antica Casinum dove erano situate le principali domus e la sua realizzazione risale al I secolo a.C. mentre alcune delle decorazioni sono del secolo successivo. L’edificio ha una pianta rettangolare con il lato frontale completamente aperto ed è coperto da una volta a botte a sesto ribassato.

 

La porta campana e la via Latina Nova

 

Si poteva accedere a Casinum da due porte cittadine, Porta Romana, andata distrutta nel tempo e Porta Campana che si apriva in direzione di Capua lungo la via Latina Nova. Quest’ultima, realizzata con lastre di pietra calcarea, passava all’interno del centro abitato e tutt’oggi è possibile ammirarne un tratto lungo circa 230 metri.

Meteo in Città :

Dove Mangiare

Rispondi aMessaggio

Accedi a ItalyRa

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo.

Dettagli dell' account saranno confermati via email.

Resetta la password