Cerca
Aggiungi la tua azienda
Accedi
Per una migliore esperienza su Italyra consenti l'accesso alla posizione cliccando qui. I risultati di ricerca verranno profilati in base a dove sei!

Cattedrale di Santa Maria Verificato

17
Ottieni Indicazioni Visualizzato - 3747

La Cattedrale di Santa Maria è un edificio storico situato nel centro della città di Alghero la cui origine risale al XVI secolo. Senza dubbio, è la più grande chiesa di tutta la Sardegna.

 

La Cattedrale di Alghero e le sue origini

 

La Cattedrale di Alghero nasce per incorporare le tre diocesi della città in un’unica più grande e di maggiore rilievo e prestigio verso il primo trentennio del XVI secolo. L’edificio fu appositamente commissionato, in quanto non era presente una struttura abbastanza grande da ospitare la curia dell’epoca.

La bolla papale emanata nel 1503 e fortemente voluta dal papa di allora Giulio II, sancì un nuovo inizio per la vita spirituale di Alghero, elevata al pregio di città appena due anni prima. La Bolla specificava, infatti, la necessità di riunire le tre diocesi di Castro, Bisarcio e Ottana in un’unica diocesi, quella di Alghero.

Nel 1550, a circa un ventennio dall’inizio della costruzione, furono portati a conclusione l’abside con il coro, le cinque cappelle radiali, il campanile soprastante ed il sottostante portale. In quegli anni spiccano gli elementi tardo rinascimentali visibili nell’ultima cappella, nell’aula longitudinale a tre navate e nel transetto. Solo nel 1593 il duomo, pur non essendo ancora ultimato, aprì al culto e alle funzioni sacerdotali, anche se i lavori furono ultimati definitivamente solo intorno alle metà del XVII secolo.

 

Architettura esterna ed elementi ornamentali: dal gotico al neoclassico

 

L’architettura della struttura è visibilmente di stampo gotico catalano ma i lavori durati oltre un secolo contribuirono alla realizzazione di arredi stilistici iniziati nel 1730 e conclusi solo nel 1863, ed elementi architettonici e strutturali delle epoche precedenti che conferiscono alla cattedrale l’unione di tratti distintivi tardo rinascimentali e neoclassici:

  • Elementi gotico-catalani
    • La torre visibile sul retro della chiesa, a colonna ottagonale, che presenta aperture ad arco ogivale sui lati.
    • La guglia, di forma piramidale molto comune in Catalogna, è a coronamento della balaustra su cui si alternano archi e pinnacoli, rivestita di maioliche e policrome.
  • Elementi tardo rinascimentali
      • La volte a botta, leggermente ribassata, impostata su un cornicione sorretto da mensole classicistiche e segnata da sottarchi che dividono lo spazio in campate.
  • Elementi neoclassici
    • La facciata esterna dell’edificio è realizzata in stile neoclassico che ricorda l’architettura greca romana, identificata dal timpano sorretto da colonne di ordine dorico.

Gli elementi neoclassici prevalgono all’interno della cattedrale. Fanno da cornice l’altare maggiore ed il mausoleo marmoreo.

Rispondi aMessaggio

Accedi a ItalyRa

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo.

Dettagli dell' account saranno confermati via email.

Resetta la password