Cerca
Aggiungi la tua azienda
Accedi
Per una migliore esperienza su Italyra consenti l'accesso alla posizione cliccando qui. I risultati di ricerca verranno profilati in base a dove sei!

Parrocchia Matrice San Giovanni Battista Verificato

40

La Parrocchia Matrice San Giovanni Battista di Fasano sorge sopra un antico tempio, che fu demolito intorno al 1330 per dar spazio ad una struttura sacra più grande dedicata al Santo Patrono della città.

 

Il Campanile della chiesa

 

La parrocchia presenta a sinistra della facciata un imponente campanile a 3 piani alto 28 metri. La struttura ha una base quadrata e venne edificato in stile barocco su disegno di Magaletti e, nel 1763, venne ultimato con un coronamento “a cipolla”. 

Il 15 febbraio 1897, a causa della  caduta di un fulmine, il coronamento e il secondo piano del campanile furono distrutti. Successivamente furono avviati dei lavori di ricostruzione che prevedevano una struttura più alta e massiccia, ma non furono mai completati. 

All’interno del campanile sono custodite 8 campane, tra cui il cosiddetto “campanone” dedicato a San Nicola di Bari.

 

Struttura esterna: le statue, il rosone e lo stemma

 

La facciata esterna, costruita rigorosamente in tufo locale, ha uno stile tardo rinascimentale ed è divisa in tre sezioni da due ordini di semicolonne, presenta 4 nicchie e un rosone, un prezioso capolavoro di scultura artigianale e ricco di minuziose decorazioni

Il timpano della chiesa è sormontato da una statua in pietra di San Giovanni Battista. Al culmine delle semicolonne sono presenti le statue di San Francesco d’Assisi, San Nicola di Bari, Santo Vescovo e San Francesco da Paola. 

Il portale principale è interamente costruito in pietra, formato da un telaio dalle forme classiche, e ai lati sono presenti due semicolonne. 

L’Architrave della parrocchia è sormontata da un timpano dove vi è un bellissimo bassorilievo raffigurante la Madonna Odegitria e due cherubini. 

Sul portale è inoltre visibile l’iscrizione  “POPVLI CLERIQUE MAGNIFI-CENTIA EXTRVCTVM 1600”. 

Sotto il rosone è presente lo stemma della parrocchia, raffigurante il faso e l’agnello posti sotto la croce dei cavalieri di Malta, importanti feudatari della terra a cui spettavano entrambi i poteri ecclesiastici e civili. Il faso e l’agnello stanno quindi a significare la forte volontà di questa chiesa da parte della città  e del clero.

 

La struttura interna: affreschi e decorazioni

 

La parrocchia di San Giovanni è lunga 30 metri circa, larga 12 e alta 13. 

L’interno ha una struttura a croce latina a tre navate suddivise da pilastri, con doppio transetto. All’incrocio tra la navata centrale e il primo transetto, è presente un’importante cupola ovoidale sorretta da quattro pilastri e alta 20 m e un diametro di 8. 

Sulla volta della navata centrale sono presenti dei bellissimi affreschi che raffigurano varie scene bibliche: Aronne che sacrifica il toro, Mosè riceve le tavole della legge, Innocenzo III che compie il sacrificio eucaristico, Gesù consegna le chiavi a San Pietro. 

Lungo gli altari laterali, nella cappella del Santissimo Sacramento e in sagrestia sono presenti inoltre tele e opere di artisti locali. 

Al di sopra del presbiterio si può vedere il cosiddetto “Cappellone”, dove ci sono  le canne dell’organo e la statua della Madonna di Pozzo Faceto. Nelle decorazioni presenti è possibile notare lo stemma cittadino con la croce di Malta e alcune raffigurazioni dell’Agnello, il simbolo di san Giovanni Battista. 

Il pavimento di marmo copre i resti dell’antico cimitero situato sotto la chiesa, dove sono state anche ritrovate numerose camere sepolcrali. 

In origine, al posto delle navate laterali vi erano delle cappelle affidate a famiglie nobili o a confraternite, delle quali sono ancora presenti delle tele ottocentesche e un altare ligneo ricco di varie decorazioni e sculture, che testimoniano di come i fasanesi, durante le invasioni turche, si recavano a pregare la Vergine in questo luogo di culto.

Nella parrocchia sono presenti due bellissimi organi a canne: il primo a due tastiere e una pedaliera, situato sul “cappellone”, realizzato tra gli anni 60-70 dalla ditta organaria “Ruffatti” mentre il secondo è un “Petillo”,  realizzato nel 1914/15, situato nella cappella del Santissimo Sacramento.

 

I lavori di restauro della parrocchia di San Giovanni Battista a Fasano

 

La chiesa ha subito dei lavori di restauro negli anni settanta (1967 – 1970), sia per adattamento al Concilio Vaticano II, sia per riportare in vista le antiche cornici architettoniche della parrocchia.

Rispondi aMessaggio

Accedi a ItalyRa

Lorem Ipsum è un testo segnaposto utilizzato nel settore della tipografia e della stampa. Lorem Ipsum è considerato il testo segnaposto standard sin dal sedicesimo secolo.

Dettagli dell' account saranno confermati via email.

Resetta la password